Gli elementi di base del branding e del design dell’identità di un prodotto

Ultima modifica: 01/05/2019
Tempo di lettura:

Come persona, vogliamo distinguerci dagli altri. Per farlo, ci affidiamo al nostro carattere e alla nostra identità. Lo stesso principio vale per la tua azienda/marchio. Se vuoi distinguerti da tutti gli altri sul mercato, devi avere una brand identity unica. È l’ingrediente che incornicia la vostra immagine aziendale fin dall’inizio.

Un branding potente non dipende solo dagli elementi visibili come il logo, i manifesti, il sito web o altro materiale di branding. Il vostro branding e la vostra identità dipendono anche dal vostro messaggio di marca e dall’effetto emotivo che il messaggio invia al vostro pubblico di riferimento.

I consumatori vogliono comprare da marche che hanno un messaggio in cui possono credere. Per esempio, le persone non comprano articoli Nike perché qualcuno li ha promossi troppo sui social media. Comprano perché sono allineati con l’identità di Nike e con tutto ciò che Nike rappresenta come marchio.

Che cos’è la Brand Identity?

Prima di delineare gli elementi di base del design della brand identity, discutiamo cos’è un marchio, così come il branding stesso come pratica di marketing/PR.

Secondo Seth Godin, un genio del marketing, la parola “brand” indica:

“Un insieme di aspettative, ricordi, storie e relazioni che, nel loro insieme, determinano la decisione di un consumatore di scegliere un prodotto o servizio piuttosto che un altro.”

In sostanza, un brand è la percezione che i consumatori hanno della vostra azienda. È molto più di un semplice design. Un marchio è un’intera esperienza che separa i vostri prodotti e servizi dagli altri che sono comparabili sul mercato.

Come dichiarato da Entrepreneur Magazine, il processo di branding è:

“La pratica di marketing di creare un nome, un simbolo o un design che identifichi e differenzi un prodotto da altri prodotti”

Se analizziamo quanto sopra, possiamo concludere che la brand identity è l’intero volto del vostro marchio. Il marchio sono gli elementi del vostro business che dipingono l’immagine della vostra azienda per i consumatori.

La giusta identità del marchio include design, imballaggio, presentazione e messaggistica. Attira nuovi clienti e fa sentire i clienti esistenti apprezzati. Il tuo pubblico di riferimento collegherà sempre la tua identità di marca con il tuo business e questo è il legame che costruirà la connessione tra te e il tuo pubblico.

Il tuo marchio e l’identità del prodotto

Come ogni cosa negli affari, il processo di branding inizia con un atteggiamento orientato agli obiettivi. I vostri obiettivi commerciali e la vostra personalità dovrebbero essere il pilastro della vostra identità di marca. Al fine di ottenere i risultati desiderati dalla vostra strategia di marchio, è necessario impostare le giuste priorità in modo che il vostro team/partner di marketing e design sappia dove andare con il vostro messaggio.

Prima di iniziare a lavorare sulla vostra immagine visiva di marchio, è necessario avere un carattere chiaro di come volete essere presentati sul mercato. Devi pensare ai dettagli che sosterranno i tuoi visual e che ti porteranno al successo tra i tuoi clienti.

L’intera identità del tuo marchio può essere descritta rispondendo alle seguenti domande:

  • Qual è la nostra missione?
  • Quali sono i valori che guidano la nostra azienda?
  • Se il nostro marchio fosse una persona, come sarebbe?
  • Qual è la nostra unique value proposition (UVP)?
  • Qual è la voce del nostro marchio, come comunichiamo?

Quando hai stabilito i giusti obiettivi e dopo aver definito la personalità del tuo marchio, devi fare i compiti a casa e ricercare a fondo il tuo mercato di riferimento. Il processo di ricerca è vitale se vuoi capire veramente le caratteristiche che influenzeranno il successo del tuo marchio.

Questo è il motivo per cui hai bisogno di scavare preziose intuizioni sui tuoi concorrenti e imparare dalle loro esperienze buone e cattive quando si tratta di branding e product placement. Avendo i dati giusti e imparando dalle tue scoperte, puoi creare una brand identity che sarà diversa e si distinguerà dalla concorrenza.

Il design della tua identità dovrebbe iniziare con le esigenze dei tuoi clienti target. Con la vostra brand identity, dovete fare un’impressione positiva e duratura sui potenziali clienti e conquistare la loro fiducia. Con una ricerca appropriata, approfondirete i fattori del vostro consumatore per decidere quale marchio è degno di fiducia e avrete le basi per creare tutto ciò di cui avete bisogno per conquistarli.

Designing Your Brand Identity

Proprio come Nike ha usato tutti gli elementi giusti per formare una brand identity che si relaziona con alcuni degli atleti più potenti del mondo e con milioni di altri consumatori, è così che devi combinare i tuoi elementi e comporre la tua brand identity.

Se azzecchi il design di elementi come il logo, il sito web, il packaging, i poster, gli spot ecc, riuscirete a trasmettere il vostro messaggio ai consumatori.

Quando progettate la vostra identità di marca, dovete iniziare dalle basi. I seguenti sono gli elementi di base del branding e del design dell’identità dei vostri prodotti/servizi.

Typeface

Il vostro typeface/font giocherà un ruolo importante nell’intera immagine del vostro marchio. Ci sono quattro tipi significativi di font:

  • Serif – Questi sono font come Bookman o Times New Roman. La fine di ogni lettera è segnata da un “piede” o un serif. Sono font classici che possono far apparire il tuo marchio tradizionale, affidabile e classico allo stesso tempo.

    • Sans-serif – Font come Calibri o Lato. Questi sono caratteri che sono senza il “piede” o il serif. Hanno i bordi livellati al contrario dei font serif. I font sans serif possono dare al tuo marchio una sensazione liscia e moderna.
    • Font script – I font script sono caratteri con un tocco personale, come i font calligrafici e di scrittura a mano, come Forte o Comic Sans MS. Sono eccellenti se vuoi dare al tuo marchio un tocco più casual e morbido.
    • Caratteri display – Questi sono caratteri che vengono utilizzati per decorare i tuoi disegni, come Allegro o Cooper Black. Il più delle volte, ognuno di loro ha un elemento unico che gli altri caratteri non hanno e sono brillanti se vuoi fare una dichiarazione audace che le persone non dimenticheranno.

    Il carattere che sceglierai dovrà dire molto sul tuo marchio, ecco perché devi scegliere con intelligenza.

    Devi essere coerente con la tua tipografia perché vorrai sviluppare empatia e fedeltà per il tuo marchio. In altre parole, devi scegliere un font e possederlo. Ci sono molti criteri da prendere in considerazione quando si sceglie lo stile tipografico del tuo marchio.

    Serif o Sans Serif?

    Pensa a quale sia più appropriato per la tua azienda. Per saperne di più su questi due grandi tipi di font, è necessario scavare nella loro storia. I font serif risalgono all’epoca imperiale romana e le loro origini possono essere trovate in iscrizioni scolpite su pietre ed edifici.

    Il carattere tipografico è sopravvissuto anche dopo tutti quei secoli in molte altre forme e con alcuni cambiamenti minori ma fondamentali.

    Con origini antiche, è chiaro che i font serif sono più adatti se sei un marchio che è nella comunicazione accademica o culturale.

    I sans-serif, d’altra parte, sono emersi nel 19° secolo, principalmente come un carattere utilizzato per i titoli degli annunci sui giornali.

    Con l’emergere della tecnologia e degli schermi di lettura nel 20° e 21° secolo, i font sans-serif sono stati accettati come un carattere adatto anche per scopi di lettura.

    Questo è dovuto alla complessità e alla voluminosità dei font serif. Il font serif non è sempre il più adatto quando si tratta di schermi diversi e non è sempre reso come nella stampa.

    Detto questo, se vuoi essere letto e seguito dal consumatore moderno, potresti optare per il font sans serif come la scelta più appropriata per l’habitat digitale di oggi.

    Pensa al contrasto

    A prescindere dalle numerose tendenze tipografiche, l’armonia dei tratti spessi e sottili ispirata alla calligrafia è ancora oggi riconosciuta nella costruzione del carattere digitale.

    I caratteri che hanno un maggiore contrasto sono più pratici quando si tratta di dimensioni di visualizzazione e di eleganza.

    Tuttavia, il loro uso per la scrittura di testi è difficile a causa della delicatezza dei tratti sottili, che hanno un cattivo effetto sui display di piccole dimensioni e riducono la definizione visiva.

    Se si utilizza un font a basso contrasto, si incontrano anche alcuni ostacoli. Sono eccellenti per testi più grandi, ma quando sono usati per un testo standard, lo spazio interno diminuito diminuisce anche la definizione visiva.

    Entrambi questi contrasti possono avere un ruolo significativo nell’identità del tuo marchio. Un contrasto alto può risplendere con dignità e grazia, e un contrasto basso può amplificare i sentimenti di stabilità e fiducia.

    Have Font Stress in Mind

    Guardiamo la lettera ‘O’ della famiglia di caratteri Cardo.

    Se la parte inferiore destra ha lo stesso spessore della parte superiore sinistra della lettera, allora questo carattere ha uno stress diagonale. Questo è dovuto alla costruzione calligrafica che viene utilizzata per i tradizionali stili di carattere romano che vengono usati per il testo. Questo stress ‘angolato’ è considerato caldo e amichevole e fornisce una struttura più organica per il tuo marchio.

    Ora guardiamo di nuovo la lettera ‘O’ ma dal carattere Arapey.

    Come puoi vedere, le due metà della lettera ‘O’ sono un’immagine orizzontale una dell’altra. I lati della lettera sono più spessi della parte superiore e inferiore. Questo significa che il carattere ha uno stress verticale. Il carattere tipografico sottolineato verticalmente ha una sensazione e un’eleganza più moderna, caratteristiche che sono riconosciute nelle riviste e nei manifesti.

    Il tuo carattere tipografico dovrebbe venire dopo che hai discusso i requisiti aziendali, logistici e tecnici del tuo marchio. In poche parole, scegliere la giusta famiglia di caratteri per il tuo marchio significa che hai bisogno di scegliere un carattere che non solo sarà bello, ma sarà anche appropriato per la comunicazione attraverso diversi canali.

    Palette di colori

    Le emozioni sono una cosa potente e guidano il processo decisionale delle persone. È qui che entrano in gioco i colori del vostro branding. Possono fornirvi un percorso diretto alla mente e al cuore dei vostri clienti. Puoi influenzare il modo in cui il pubblico percepisce il tuo marchio scegliendo e usando attentamente i colori nella tua palette.

    Ecco come i colori principali possono aiutare la tua brand identity:

    • Rosso – Tutto sulla passione e l’eccitazione. È il colore perfetto se si vuole mostrare un marchio chiassoso, giovanile ed esilarante.
      • Arancione – Un altro colore vivace che è tutto sulla cordialità e il gioco. Ha un effetto simile al rosso, ma è usato meno comunemente e potrebbe far risaltare il tuo marchio.
      • Giallo – Il colore del sole. Questo è il colore della felicità. La vibrazione gioiosa del giallo è eccellente se vuoi presentare il tuo marchio come divertente, raggiungibile e poco costoso.
      • Verde – Un colore molto adattabile e può essere utilizzato per qualsiasi tipo di marchio. Quando la gente guarda il verde pensa ai dollari e alla natura. Se hai un marchio che è collegato a queste cose, il verde è la scelta giusta per te.
      • Blu – Uno dei colori più attraenti, il blu può aiutarti a presentare il tuo marchio come fermo e affidabile. Se vuoi essere apprezzato da un gruppo più grande di persone (demograficamente parlando), dovresti sicuramente andare con il blu.
      • Viola – È conosciuto come il colore reale e se hai un marchio che è lussuoso, il viola è la tua scelta giusta.
      • Rosa – Per tradizione, il rosa è legato allo stile di vita femminile. Se possiedi un marchio che si rivolge al pubblico femminile, si dovrebbe sicuramente pensare di utilizzare il rosa.
      • Marrone – Uno dei colori che non sono utilizzati così spesso nel branding. Ma questo può essere il tuo vantaggio principale, quindi se vuoi davvero distinguerti, puoi usare il colore marrone nella tavolozza del tuo marchio.
      • Nero – Se vuoi essere percepito come un marchio lussuoso e moderno, non c’è niente di più elegante e potente del colore nero.

      Come scegliere la tavolozza dei colori del tuo marchio

      Il processo di scelta dei colori del tuo marchio può confondere. È difficile trovare una formula esatta che funzioni per ogni marchio.

      Personalità del marchio -> Clienti target -> Colore 1 + Colore 2 + Colore 3

      Avere 3 colori

      Avrai bisogno di un colore base, uno d’accento e uno neutro. Il colore di base è il più importante e lo sceglierai per primo. Dovrebbe riflettere la personalità del tuo marchio e la tua caratteristica più dominante come marchio. Il colore d’accento sarà quello che userete di più dopo il colore base. Anche i colori d’accento devono contenere una caratteristica del marchio e combaciare perfettamente con i colori di base. Un colore neutro è più spesso il colore di sfondo come il nero, il bianco e il grigio.

      Nella maggior parte dei casi, i marchi usano uno dei seguenti schemi di colore:

      • Monocromatico – Se il tuo marchio ha una grande caratteristica su cui vuoi concentrarti, avere uno schema di colore monocromatico ti aiuterà a migliorare quella caratteristica. Questo è uno schema eccellente per marchi minimalisti.
      • Analogico – I colori che sono uno accanto all’altro sulla ruota dei colori sono naturalmente compatibili perché i colori adiacenti nella maggior parte dei casi hanno un significato emotivo simile. Le combinazioni analogiche sono una scelta sicura, ma non se vuoi davvero distinguerti come marchio.
      • Complementari – Gli opposti si attraggono davvero, soprattutto quando si tratta di combinazioni di colori. Poiché ci sono colori che si trovano sul lato opposto della ruota dei colori, tirano fuori i migliori risultati quando sono accoppiati. Queste sono combinazioni di colori molto efficaci e popolari, quindi assicurati di non copiare un’altra marca quando le usi.
      • Triadico – Questa è una combinazione di colori stabile che tira tre sezioni diverse della ruota dei colori. È una combinazione di colori stabile proprio come quella analoga, ma con un effetto più rinvigorente. Per far funzionare lo schema triadico, è necessario scegliere i 3 colori giusti che corrispondono alla personalità del tuo marchio.

      In fondo, scegli la tua tavolozza di colori con attenzione perché questo definirà come il tuo logo, il sito web, il design del negozio, gli account dei social media, e la pubblicità sarà simile.

      Forme

      Quando si tratta del design della tua brand identity, devi anche pensare alle forme. Hanno il potere di rafforzare l’effetto che il tuo marchio ha sui tuoi consumatori target. Un logo circolare avrà un effetto diverso da un logo quadrato o più nitido. Guardiamo le forme più comuni e la loro influenza sulla tua brand identity:

      • Rotondo – Cerchi, ovali ed ellissi hanno il potere di accendere sentimenti di unione, comunità e amore. I bordi arrotondati sono anche percepiti come un tratto femminile.
      • Bordi dritti – Quadrati, rettangoli, triangoli e simili. Rappresentano i sentimenti di fiducia e stabilità, ma hanno bisogno di essere bilanciati con una forma più rilassata al fine di connettersi meglio con il vostro pubblico.
      • Straight – Le linee rette verticali sono maschili e funzionano bene se il vostro target di clienti è maschile. Le linee orizzontali sono più neutre ed evocano sentimenti più calmi.

      Logo

      Il tuo logo è fondamentale per il successo della tua identità di marca. I marchi più riconoscibili e più grandi del mondo hanno tutti un logo distintivo, ed è per questo che è il tuo simbolo più prominente e l’intero fondamento della tua strategia di marketing. Quando decidi il design del tuo logo, assicurati che abbia le seguenti caratteristiche:

      • Comunica i valori/personalità del tuo marchio.
      • Semplice e visivamente attraente.
      • Logo evergreen – non una tendenza che passerà in pochi mesi.
      • E’ all’interno degli standard del settore.
      • Lascia una buona impressione sul pubblico.

      Un buon logo è molto simile a una buona foto del profilo su LinkedIn. Se vuoi che più reclutatori si interessino a te, devi avere una buona immagine. È esattamente la stessa cosa quando si tratta di branding. Vuoi che il tuo logo abbia un aspetto migliore e che anche il tuo marchio abbia lo stesso aspetto. Questo è il motivo per cui devi assicurarti che il tuo team di design/partner ti disegni un logo bello e rilevante.

      Ispirazione logo

      Se vuoi avere qualche idea sul design del tuo logo, devi fare qualche ricerca e prendere ispirazione dalla tua nicchia o da altri design popolari. Ma prima, devi fare un brainstorming delle tue idee. Trasferite ogni idea che avete sulla carta. In questa fase, non ci sono cattive idee, anche la più noiosa può innescare una conversazione e portare a qualcosa di grande.

      Devi anche analizzare come il tuo pubblico di riferimento percepirà le tue idee di logo. Mettiti nei loro panni e pensa come loro. Rispondi a ciò che è importante per loro quando si tratta del logo di un marchio.

      Per scopi ispiratori, puoi anche usare Pinterest come mood board. Crea una bacheca e appunta ogni immagine che ti attrae e che può essere la tua potenziale ispirazione per il design del logo. Quando avrai finito con la tua bacheca, noterai che ogni design grafico, illustrazione e logo che hai appuntato riflette uno stile verso il quale graviti.

      Soprattutto, i posti migliori per trovare ispirazione per il logo del tuo marchio sono la tua nicchia e i tuoi concorrenti. Devi indagare su ciò che ha già successo sul mercato e su come i tuoi migliori concorrenti hanno creato i loro loghi memorabili.

      Tuttavia, non copiarli. Invece, assicurati di distinguerti. Per esempio, se tutti gli altri nel settore usano uno schema di colori monocromatico, forse tu devi usare invece una tavolozza di colori vivaci. Se gli altri sono più inclini verso un logo classico, forse un approccio moderno da parte tua ravviverà le cose.

      Stile del logo

      Ci sono diversi stili di design del logo che puoi scegliere:

      • Classico – Le tendenze vanno e vengono, ma i classici rimangono lo standard. Questo è il motivo per cui uno stile di logo classico darà al tuo marchio più potere e raggiungerai più persone finché il tuo marchio durerà sul mercato.
      • Vintage – Un logo in stile retrò ricorda alle persone il passato ed evoca sentimenti di nostalgia e romanticismo. Questo dice ai tuoi clienti target che apprezzi la tradizione e che rispetti le regole quando si tratta di imballaggio e qualità del prodotto.
      • Minimalistic – Questo è uno stile che è più spesso usato da marchi freschi e moderni/startup. Comporta un sacco di spazi bianchi, dettagli minimalisti e linee che formano un logo lucido. Questo dimostra che apprezzi ciò che è moderno e cool, qualcosa che vuoi che anche i tuoi consumatori apprezzino.
      • Non ortodosso – È una scelta comune per i marchi che vogliono fare appello al pubblico più giovane. Stravagante e non ortodosso è una scelta colorata e illustra una vibrazione positiva e amichevole.
      • Artigianale – Questo è il migliore se si vuole davvero distinguersi come un marchio individuale e azienda. Questo stile funziona con la grafica vintage e può essere combinato con elementi minimalisti per un look più luminoso e moderno.

      Sito web

      Oggi, il sito web è uno degli elementi più illustrativi dell’identità di un marchio. Quando i clienti sentono parlare per la prima volta del tuo marchio, puoi scommettere che il primo posto dove cercheranno di saperne di più su di te è Google. Qui, si aspetteranno di trovare il tuo sito web e di dare un’occhiata prima di decidere se comprare da te.

      Se il design del tuo sito web corrisponde al contesto e alla personalità del tuo marchio, avrai un migliore coinvolgimento dei tuoi clienti online. Nel tuo sito web, devi combinare perfettamente ogni elemento menzionato finora, dalla tipografia al logo, ai colori e allo stile.

      Colori del sito web

      Hai già imparato sopra che ogni colore colpisce gli esseri umani in modo diverso. Scegliere la giusta combinazione di colori fornirà al tuo pubblico più informazioni su ciò che il tuo marchio è.

      I colori primari e secondari che hai scelto per il tuo marchio dovrebbero essere incorporati anche nel tuo sito web. Puoi iniziare con il colore più dominante che si trova nel tuo logo e integrarlo in tutto il sito web in luoghi dove gli utenti gravitano naturalmente.

      Usa lo spazio bianco

      Lo spazio bianco è un elemento che non dovrebbe essere lasciato da parte quando disegni il sito web del tuo marchio. L’uso corretto degli spazi bianchi può aumentare il tasso di coinvolgimento e aumentare la durata dell’attenzione degli utenti quando arrivano sulla tua pagina.

      Se bilanci gli altri elementi del sito con gli spazi bianchi, il tuo sito apparirà più raffinato, ordinato e raggiungibile, che sono caratteristiche che vuoi siano collegate al tuo marchio.

      Utilizza i tuoi caratteri

      Proprio come la tua palette di colori, devi pensare alla tipografia che hai scelto per il tuo marchio anche sul tuo sito web. Di nuovo, devi essere coerente ed esprimere la personalità del tuo marchio. Assicurati solo di combinare gli elementi correttamente e che la tipografia sia leggibile per gli utenti.

      Utilizza immagini/fotografie

      Se usate in modo efficiente e posizionate nelle aree giuste del tuo sito web, le immagini/fotografie possono mostrare al tuo pubblico ciò che è il tuo marchio. Assicurati solo che siano nel contesto del tuo contenuto. Le immagini e le fotografie devono valorizzare il tuo marchio e far sentire le persone che fanno parte della clientela unica.

      Posizione del logo

      Il tuo logo è la prima impressione che i consumatori hanno quando incontrano il tuo marchio. Sul tuo sito web, devi posizionare strategicamente il tuo logo. Poiché la maggior parte delle lingue si legge da sinistra a destra, posizionare il tuo logo nell’angolo in alto a sinistra sarà la prima cosa che gli utenti vedono quando arrivano sulla tua pagina e continueranno ad associarlo a tutto ciò che vedranno in seguito.

      Puoi anche scegliere di mettere il tuo logo al centro o nell’angolo in alto a destra. È bene essere originali ma, quando si tratta di web design, la visibilità e la conversione contano di più.

      Fotografia & Grafica di supporto

      La vostra identità di marca non è fatta solo di logo, colori e sito web. Devi anche pensare ad altri elementi visivi come le foto e i disegni grafici. Mentre il logo e la tipografia sul tuo sito web possono rimanere gli stessi, le fotografie e gli altri elementi grafici di supporto possono variare per esprimere messaggi come promozioni speciali, nuovi prodotti, nuove confezioni, ecc.

      Social Media Branding

      I social media network sono un modo eccellente per migliorare la voce del tuo marchio e uno degli elementi vitali del brand design di successo oggi. Quando parliamo di social media branding, intendiamo il posizionamento, la voce del marchio, il tono, le immagini e la grafica che scatenano l’interazione desiderata con il pubblico di destinazione.

      Per esempio, se sei nel settore delle reti wireless e delle comunicazioni, il tuo marchio probabilmente non avrebbe benefici dalla presenza su Instagram o Tumblr. In questo caso, la vostra migliore scommessa è quella di posizionarvi come marchio su LinkedIn, dove i proprietari di aziende e il personale chiave possono notarvi.

      Un’altra parte fondamentale del social media branding è l’aspetto visivo. I vostri profili sui social media devono sembrare di proprietà della vostra azienda e di nessun altro. E vorrete essere coerenti in tutti i canali di social media. A sua volta, questo aiuterà i consumatori a riconoscere la vostra azienda ovunque si trovi la loro attenzione in quel momento.

      La vostra voce e personalità come marchio deve essere riflessa anche nei vostri post sui social media. Gli utenti devono percepire la cultura aziendale, i valori e la qualità del prodotto/servizio direttamente dai vostri account sui social media. Dovete parlare in un modo che possa creare relazioni istantanee con il pubblico. La cosa più importante è che devi essere autentico, onesto e coinvolgere il pubblico.

      Email

      Le e-mail sono un modo brillante per portare più interazione al tuo marchio. Tuttavia, con le caselle di posta sovraccariche, le persone tendono a ignorare quasi tutte le e-mail che arrivano. Questo significa che devi lavorare anche sul design della tua newsletter.

      Oltre al contenuto, che deve essere breve e mirato, devi lavorare su titoli accattivanti e il layout dell’email deve essere scorrevole. Per offrire la migliore esperienza possibile, non volete avere una newsletter troppo ampia e non mobile-responsive.

      Anche in questo caso, usate la palette di colori del vostro marchio, il logo, lo spazio bianco, i font, e rendete il vostro messaggio riconoscibile agli utenti. Con questo, il rapporto con i vostri consumatori si sentirà molto più completo e l’intera esperienza del marchio sarà unificata.

      Pacchetto del prodotto

      Il packaging e il design del prodotto sono un’altra parte vitale del branding. Se vendi prodotti fisici, devi allineare il design del prodotto e il packaging con i valori del tuo marchio per attrarre i tuoi clienti. Il packaging da solo può migliorare l’esperienza che i clienti hanno con la vostra azienda, e come ogni altro elemento di design, dovrebbe raccontare la storia del vostro marchio.

      Assicuratevi che il vostro packaging includa il logo del vostro marchio, la palette di colori e la tipografia. Altri contenuti che potresti/dovresti includere nella confezione del tuo prodotto sono:

      • Copia scritta – Nome e descrizione del tuo prodotto, e parole che motivino la persona a comprare.
      • Immagini e grafica – Devi averle pronte insieme alle immagini e alla grafica per i tuoi contenuti web.
      • Timbri/Date – Se il tuo prodotto è di qualità certificata, mettici un timbro. Inoltre, assicurati di includere una data di scadenza per il prodotto e i numeri di lotto.

      Wrapping Up

      Per riassumere, il design del marchio è ciò che distingue la tua azienda dal resto del gruppo. Probabilmente non siete soli sul mercato e se volete essere percepiti positivamente dai consumatori, avete bisogno di connettervi con loro mostrando loro esattamente chi siete e cosa potete offrire loro.

      Utilizzando tutti gli elementi di base del branding di cui sopra e con un approccio metodico al design della brand identity, sarete in grado di raggiungere tale connessione.

      Sfoglia di più su:BusinessDevelopment
      Team DevriX

      Team DevriX

      Blog Writing & Content Creation
      Il nostro team di marketing è responsabile della creazione dei contenuti sul sito web DevriX e sui profili social media. Possiamo fornire servizi di produzione di contenuti & marketing anche per te: link. Contattaci per iniziare il tuo contratto di Inbound Marketing ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *